53 organizzazioni di imprese danno vita al “Consiglio nazionale della Green Economy

Inserito il febbraio 14, 2013 at 20:53

Categorie: News, Produzione e Lavoro, Visioni sociali

ROMA – Venerdì 8 febbraio 2013 si è costituito, a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo economico, il “Consiglio nazionale della Green Economy”,formato da 53 organizzazioni di imprese che svolgono attività convergenti con una green economy.
 
Gli “Stati Generali della Green Economy”, tenutisi lo scorso novembre a Rimini presso la manifestazione fieristica Ecomondo, presentarono alla presenza dei Ministri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, 70 proposte per uscire dalla crisi elaborate da otto gruppi di lavoro, cui Legacoop Servizi ha dato il proprio contributo attraverso alcuni dei propri responsabili e di alcuni dirigenti delle imprese associate.
Per dare continuità e stabilità all’iniziativa è stato costituito il “Consiglio nazionale degli Stati generali” formato, in questa fase iniziale, da 53 organizzazioni di imprese, allo scopo di promuovere lo sviluppo della green economy in Italia, oltre ad essere sede di confronto, analisi, proposta e iniziativa nel settore.
Legacoop Servizi con la propria adesione al Consiglio nazionale ribadisce la propria attenzione ed il proprio impegno alla tematica della sostenibilità ambientale, da portare avanti attraverso un’ottica associativa e imprenditoriale.
Il Consiglio ha affidato alla “Fondazione per lo sviluppo sostenibile”, presieduta da Edo Ronchi, cui Legacoop Servizi ha aderito nel 2012, la funzione di organizzazione di supporto e coordinamento delle proprie attività.
Tra i primi impegni che il Consiglio nazionale intende portare avanti, vi è il confronto con il nuovo Governo che uscirà dalle urne il prossimo 25 febbraio rispetto al pacchetto delle 70 proposte varate dagli Stati generali; inoltre preparerà, attraverso la modalità dei gruppi di lavoro, la seconda edizione degli “Stati Generali della Green Economy” presso Ecomondo di Rimini, nel novembre 2013.