AGROALIMENTARE, CORSI PER NUOVE PROFESSIONALITÀ NEL “LABORATORIO AMATRICE”

Inserito il settembre 13, 2017 at 12:47

Categorie: In evidenza, Regione Lazio

Un mese di laboratori di formazione per stimolare nuove idee di imprenditorialità nel settore agro-alimentare. Il progetto, denominato “Laboratorio Amatrice”, è promosso dalla Regione Lazio e da Arsial, in collaborazione con la CNA e interamente realizzato dalla “Casa delle donne di Amatrice e Frazioni” (associazione costituita dalle donne residenti nei luoghi terremotati per promuovere eventi su arti e mestieri e far nascere attività d’impresa), ha come obiettivi principali la ricomposizione del tessuto sociale e la rigenerazione di microeconomie legate alla piccola e media impresa agroalimentare.
I corsi saranno gratuiti e aperti a tutti i residenti dei territori terremotati e si svolgeranno nel Palatenda del Villaggio “Lo scoiattolo”. “L’auspicio è che da questa sinergia possano nascere nuovi prodotti che sarà nostro impegno valorizzare sul mercato romano” ha spiegato l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati.
40 ore di formazione, articolate in 8 incontri da 5 ore ciascuno, dedicate al trasferimento di competenze professionali nei settori della trasformazione artigianale dei prodotti agroalimentari: dalla trasformazione della frutta e verdura, alla conoscenza delle erbe selvatiche, alle tecniche di panificazione, di preparazione di salumi e formaggi, alla piccola apicoltura fino alle tecniche di creazione d’impresa. Previsto anche un laboratorio specifico sulla sicurezza alimentare e sulle tecniche di manipolazione degli alimenti nelle attività di somministrazione e ristorazione, curato dai docenti dell’Istituto Alberghiero di Amatrice, che si svolgerà a Rieti, presso la sede provvisoria di quest’ultimo, in Via dell’Elettronica.
Il nostro auspicio – ha dichiarato Carlo Hausmann, assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio – è che le persone che vivono qui sviluppino nuove idee e progetti d’impresa capaci di valorizzare le tipicità locali, con lo sguardo dritto e determinato verso i mercati“.
Il primo degli 8 appuntamenti formativi sarà lunedì 18 settembre ore 10.00: “La trasformazione della frutta e verdura di stagione e creazione di ricette originali”, tenuto da Miranda Pisione. Si chiuderà venerdì 13 ottobre con il corso sulla creazione di impresa.
Crediamo in questo progetto – ha commentato Sonia Mascioli, presidente Casa delle donne di Amatrice e Frazioni – Mai come oggi è fondamentale fare sistema tra i produttori locali anche di diversa natura e il Laboratorio è un’occasione unica per avviare una rete a supporto della microeconomia del territorio“.
Queste donne – ha aggiunto Antonio Rosati, Amministratore unico di Arsial – stanno intraprendendo un’avventura importante, simbolo di rinascita. Ottima l’intuizione di coinvolgere esperti dei diversi settori del mondo agricolo insieme alle realtà produttive locali”.

Per maggiori informazioni: http://www.increscita.it/news/agroalimentare_corsi_per_nuove_professionalita-322/