BANDI 2016: SOSTEGNO E SVILUPPO DI IMPRESE NEL SETTORE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E CREATIVE

Inserito il febbraio 5, 2016 at 15:39

Categorie: Bandi, In evidenza, Regione Lazio

E’ stato pubblicato il bando con il quale la Regione Lazio sostiene la nascita e/o lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative, in particolare nei settori dell’audiovisivo, delle tecnologie applicate ai beni culturali, dell’artigianato artistico, del design, dell’architettura e della musica, cofinanziandone i costi di avvio e di primo investimento.

Destinatari
Destinatari dell’iniziativa sono le micro, piccole e medie imprese ad alto contenuto creativo e innovativo costituite da non più di 6 mesi e costituende. In quest’ultimo caso la domanda può essere presentata da un promotore (persona fisica) e l’impresa dovrà costituirsi come previsto nel progetto e dimostrare di essere iscritta al Registro delle Imprese entro 60 giorni dalla comunicazione di ammissione al contributo.

Settori di attività ammessi

  • Arti e beni culturali: arte, restauro, artigianato artistico, tecnologie applicate ai beni culturali, fotografia
  • Architettura e Design: architettura, design, disegno industriale (prototipazione e produzione in piccola scala di oggetti ingegneristici e artigianali), design della moda
  • Spettacolo dal vivo e musica
  • Audiovisivo
  • Editoria

Il contributo concedibile è pari all’80% dell’investimento ammissibile, sostenuto dall’impresa nei primi due anni di attività, con un tetto massimo di 30 mila euro. Ai progetti presentati si applica il regime “de minimis” previsto dalla normativa Ue (la somma delle agevolazioni ricevute negli ultimi tre anni non deve superare i 200 mila euro).

Le domande dovranno essere presentate dalle ore 12:00 del 16 febbraio 2016 alle ore 18:00 del 31 marzo 2016 tramite GeCoWEB, applicativo che richiede il preventivo accreditamento dei soggetti richiedenti (http://www.lazioinnova.it/gecoweb/)

Obiettivo:
Sostenere la nascita e/o lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative, in particolare nei settori dell’audiovisivo, delle tecnologie applicate ai beni culturali, dell’artigianato artistico, del design, dell’architettura e della musica, cofinanziandone i costi di avvio e di primo investimento

Per maggiori informazioni