BANDO COLTIVIAMO AGRICOLTURA SOCIALE: “L’OFFICINA DEI PROFUMI E DELLE ESSENZE” DELLA COOPERATIVA IL TRATTORE

Inserito il novembre 6, 2018 at 15:52

Categorie: Legacoop Sociali, News

Il Bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale”, giunto alla sua terza edizione, nasce da un’idea della Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana e della ONLUS Senior – L’Età della Saggezza. Il Bando si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare le iniziative delle aziende agricole e delle cooperative sociali che intendono realizzare progetti di Agricoltura Sociale, con particolare riferimento alla solidarietà tra le generazioni, all’assistenza sociale e socio-sanitaria dei gruppi sociali svantaggiati, alla tutela dei diritti civili e all’inclusione sociale di chi vive nelle zone rurali.
La Cooperativa sociale Il Trattore partecipa all’iniziativa con “L’officina dei profumi e delle ESSENZE”, un progetto formativo innovativo nel campo del reinserimento sociale e lavorativo di persone svantaggiate. L’iniziativa sfrutta il rapporto con la terra attraverso l’avvio di un vivaio di piante aromatiche/officinali (i PROFUMI) per incidere positivamente sui soggetti coinvolti (le ESSENZE). In collaborazione con due istituzioni del territorio altamente competenti nei settori interessati, l’Università di Roma Tor Vergata con il suo Orto Botanico e il DSM dell’Asl Roma2 con il CSM UOC D6, la cooperativa sociale il Trattore promuove “L’officina dei profumi e delle ESSENZE” come strategia di supporto e sostegno ai ragazzi con forme di disagio psichico, proponendo un piano terapeutico individuale e un piano di inserimento lavorativo. L’esperienza della coltivazione possiede in sé elementi primordiali come la terra e il sole che, risanando il legame con la natura ed i suoi tempi, innescano processi di guarigione dell’individuo. Attraverso l’apprendimento di metodi e tecniche di riproduzione e gestione delle piante aromatiche, curato dai ricercatori dell’Orto Botanico e dagli operatori della cooperativa, i ragazzi acquisiscono autonomia e competenze poi spendibili nel quotidiano e nel mondo del lavoro.
C’è tempo fino al 25 novembre per votare i progetti partecipanti.

Vota