Cooperativa Nepente: a rischio 12 posti di lavoro

Inserito il gennaio 10, 2012 at 10:08

Categorie: Legacoop Sociali, News

COMUNICATO

Alla fine sono arrivati anche a noi!!!!!!!!!!

12 lavoratori, 12 madri e padri di famiglia sono in serio pericolo di perdere un posto di lavoro che stanno difendendo da 17 anni  contro chi vorrebbe lo sfascio completo della scuola pubblica.

Una vertenza iniziata da Gennaio 2010 che sta portando, dopo una serie di incontri e promesse varie, al  licenziamento di operatori scolastici inseriti nelle pulizie dei plessi scolastici del circolo 205 attraverso la Cooperativa Sociale Nepente in merito agli ex LSU appalti storici.

Il MIUR ha comunicato, durante le festività natalizie, di destinare 0 ZERO EURO al Circolo 205 per l’appalto in questione buttando fuori dal lavoro 12 persone con 12 famiglie alle spalle che facevano del salario recepito fonte unica di reddito. 12 persone di cui diverse persone appartenenti alle categorie svantaggiate ai sensi della L.R. 381/96 che hanno trovato nel  loro onesto e pulito lavoro un riscatto sociale ed umano

ADESSO VOGLIONO CANCELLARE TUTTO CIO’ MA NON LO PERMETTEREMO!!!!!!!!!

La cooperativa sociale Nepente ha garantito fino ad oggi, tra tagli e difficoltà di vario genere, l’occupazione di queste persone prendendo in carica tutto il loro sistema relazionale, perché lavorare e dare lavoro alla cooperazione sociale significa fare SERVIZIO SOCIALE, basti pensare all’inserimento di borse lavoro del D.S.M.dell’ASl RmF che la Cooperativaeffettua da diversi anni sul territorio, persone umane che trovano una via d’uscita grazie all’inserimento protetto in  strutture come la nostra Cooperativa, e adesso tutto questo lavoro rischia seriamente di andare perduto per sempre

Attraverso noi colpiscono tutta la scuola e soprattutto i nostri bambini che si ritroveranno ambienti sporchi e non igienicamente sanificati, non condividiamo che si programmi  la diminuzione delle prestazioni delle ditte d’appalto con l’inevitabile aumento dei carichi di lavoro del personale collaboratore scolastico, già falcidiato dai tagli e sul quale pende la terza tranche di riduzione dei posti anche per l’a.s. 2011/2012.

Nelle nostre scuole le pulizie dei locali, il rispetto delle condizioni igieniche, l’assistenza agli alunni, la collaborazione per l’assistenza degli alunni con handicap, il controllo degli edifici e la sorveglianza degli ingressi sono elementi indispensabili per garantire un servizio scolastico di qualità. Tutto cio’ non può ricadere sulle spalle dei collaboratori scolastici che sono ormai ridotti al lumicino e non possono sopportare ulteriori carichi di lavoro

Questa non è solo una nostra battaglia ma un dovere di tutti mantenere decenti le nostre scuole perchè la scuola non è solo 12 persone ma un’istituzione che deve essere garantita sempre e non soggetta a continui ridimensionamenti e tagli indiscriminati

Cari cittadini la nostra battaglia è anche la vostra battaglia!!!!!!!!!!!!!

Chiediamo pertanto  l’apertura urgente di un tavolo di confronto con il MIUR per ripristinare le risorse sottratte alla scuola dell’autonomia per garantire la qualità dei servizi, la sicurezza degli alunni e per difendere l’occupazione di tutti i lavoratori.

I soci/lavoratori della COOPERATIVA SOCIALE NEPENTE

OCCUPY 205