FONO ROMA: L’INNOVAZIONE COSTANTE PER RISPONDERE ALLE SFIDE DEL MERCATO

Inserito il dicembre 13, 2018 at 12:06

Categorie: culturmedia, News

La Cooperativa Fono Roma è stata la prima impresa ad industrializzare il doppiaggio in Italia, primeggiando sulle industrie americane per diverso tempo e rappresentando un vero e proprio faro per tutta l’Europa, già a partire dalla sua fondazione nel lontano 1931.
La neoaderente Cooperativa, visitata dal Presidente Putzolu e da una piccola delegazione di Legacoop Lazio lo scorso 7 dicembre, vanta uno dei più prestigiosi complessi di studi per il settore cinematografico e televisivo, non solo in Italia. La costante ristrutturazione tecnologica, infatti, ha permesso alla Fono Roma di competere sul mercato internazionale sempre ad altissimi livelli.
Ad accogliere la delegazione di Legacoop Lazio, presso gli storici stabilimenti di via Ceneda 8 a Roma, è stato il Presidente della Cooperativa, Eugenio Giambartolomei, insieme al suo staff.
Proprio dentro quegli stabilimenti hanno visto la luce importanti doppiaggi di film, italiani ma soprattutto internazionali, che hanno fatto la storia del cinema: da “Notorious – L’amante perduta” di Alfred Hitchcock a “Die Hard – Vivere o morire” di Len Wiseman, passando per “Agente 007 – Licenza di uccidere” di Terence Young, “Arancia meccanica” di Stanley Kubrick, “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola, “Harry ti presento Sally” di Rob Reiner e “Titanic” di James Cameron – solo per citarne alcuni.
La Cooperativa – come sottolineato dal Presidente Giambartolomei – ha accettato la sfida dell’innovazione, fondamentale nel nostro settore, e si sta dotando di macchinari e sale di ultima generazione, rispondendo sempre in modo più convincente alle sfide del mercato lanciate da grandi colossi come Netflix o Amazon.
Fono Roma non è soltanto una delle più longeve Cooperative del nostro territorio – ha commentato il Presidente Putzolu, a margine della visita – è un esempio tangibile di come, investendo sull’innovazione, sia possibile competere anche in settori ad altissima concorrenza. Per il Coordinamento regionale CulTurMedia del Lazio, che presso questi studi terrà la sua Assemblea in vista del Congresso Nazionale di settore, sono certo che Fono Roma rappresenterà sicuramente uno stimolo importante ed un esempio da seguire.