IDEA PRISMA, AL VIA V.I.S.I.: VULNERABILITA’, INCLUSIONE, SOSTEGNO ED INTEGRAZIONE SOCIO ECONOMICA

Inserito il settembre 10, 2014 at 15:06

Categorie: Legacoop Sociali, News
Tags: , , , , , ,

 Il progetto

Nel luglio 2014 è stato avviato V.I.S.I. Vulnerabilità, Inclusione, Sostegno ed Integrazione socio-economica, un progetto dell’Azienda sanitaria locale Roma G finanziato dal Fondo Europeo per i Rifugiati della Commissione europea in partenariato con l’Organizzazione Internazionale per le migrazioni (OIM), Centro europeo di Studi Manageriali (CESMA), Idea Prisma cooperativa sociale ed Università Cattolica del Sacro Cuore, da realizzare nel Lazio.

Premessa

L’integrazione dei titolari di protezione internazionale appartenenti a categorie vulnerabili rappresenta una delle maggiori sfide delle controparti pubbliche e private a livello Europeo e nazionale, così come nel Lazio.

I bisogni specifici di gruppi vulnerabili richiedono un approccio multidisciplinare che tenga conto delle esigenze della persona migrante, nell’ottica di incentivarne l’autonomia e superare logiche e risposte assistenzialiste. Tale approccio si coniuga con la capacità di fornire strumenti adeguati di accompagnamento, istituendo livelli di gestione all’interno delle Aziende sanitarie locali e fornendo risposte concrete per i soggetti destinatari finali di tale azione quali: persone con sofferenza psichica, vittime di tortura, vittime di violenza, donne sole con minori, persone con disabilità e anziani.

Obiettivo

Promuovere l’inclusione socio economica dei titolari di protezione internazionale appartenenti a categorie vulnerabili.

Requisiti

Il progetto è rivolto esclusivamente a titolari di protezione internazionale quali rifugiati e o titolari di protezione sussidiaria e con una buona conoscenza della lingua italiana.

Attività

Assistenza sanitaria e riabilitazione psicosociale presso il Centro per la vulnerabilità del Policlinico Gemelli di Roma, oltre a contributi per visite mediche specialistiche.

Supporto all’inserimento lavorativo attraverso: un bilancio di competenze sensibile alla storia migratoria, un corso di formazione, tirocini professionali della durata di 4 mesi con erogazione di una borsa lavoro.

Per l’individuazione dei settori di riferimento si terrà conto delle capacità e competenze dei partecipanti, delle aspirazioni professionali e dei settori produttivi in cui maggiore è la possibilità di inserimento occupazionale, quali settore turistico, ambientale, ristorazione, grafica, video -fotografia, estetica professionale.

Orientamento e supporto alloggiativo, attraverso l’erogazione di un contributo economico di sei mensilità di affitto a titolari di contratto regolare nominale.

Supporto baby-sitting e attività ludico creative per i minori dei nuclei monoparentali coinvolti del progetto.

Per info:

fer.progettovisi@gmail.com

Rossella Celmi

rcelm@iolm.int

06 44186227