INNOVA IN COOP: ECCO I PROGETTI PREMIATI. LEGACOOP LAZIO: “A SETTEMBRE, UN NUOVO BANDO”

Inserito il luglio 10, 2014 at 15:27

Categorie: "Legacoop Lazio Risorse", Bandi, In evidenza, Regione Lazio, service lazio 2000
Tags: , , , ,

Il coworking di città delle mamme, Ecoplanner e Consumo cultura: sono questi i tre progetti che hanno vinto il bando “Innova in coop”- promosso da Legacoop Lazio e finanziato dalla Regione Lazio e da Coopfond. E -intanto-Legacoop Lazio annuncia: “grande successo e partecipazione. A settembre, un altro bando”.

 

LE IDEE VINCITRICI      Innovazione, cantierabilità del progetto e coerenza con le competenze professionali: questo il trinomio perfetto che ha consentito ai vincitori del “bando Innova in coop” di classificarsi in graduatoria e di ottenere un voucher del valore di 10.000 euro per la creazione di una impresa cooperativa. Primo classificato, lo spazio di coworking con baby corner per facilitare il rientro nel mondo del lavoro dopo la maternità. L’idea di un gruppo di madri e lavoratrici romane tra i 30 e i 40 anni avrà sede nel V Municipio e garantirà flessibilità, sharing di servizi e conoscenze, ottimizzazione dei tempi e semplificazione delle incombenze quotidiane.
Ecosostenibilità e incremento del turismo sostenibile, sono rispettivamente i due obiettivi di Eco planner e Consumo cultura – rispettivamente il secondo e il terzo classificato. Ecoplanner è un  progetto volto a dar vita all’organizzazione di eventi ecosostenibili; Consumo Cultura intende dare vita ad un gruppo di acquisto per offerte culturali sul territorio regionale. “A vincere sono stati progetti ideati da giovani e da donne. E’ il caso del coworking con spazio baby – una realtà ancora poco presente nel Centro- Sud” ha detto Tatiana Marchisio, responsabile del bando. “I progetti vincitori si distinguono inoltre per la presenza di professionisti aventi diverse competenze.  E’ il caso di Ecoplanner- che riunisce un assistente sociale, una laureata in economia ed una in relazioni internazionali, oltre ad una diplomata in accademia di belle arti. Consumo cultura, poi, annovera tra i realizzatori anche un direttore di orchestra” ha aggiunto.

 

IL NUOVO BANDO    Altamente innovativo anche il contributo offerto dagli altri progetti in gara. E’ un vero e proprio successo quello del bando rivolto ad aspiranti cooperatori – promosso da Legacoop Lazio e finanziato dalla Regione Lazio e inserito nel progetto sperimentale Coopstartup di Coopfond (fondo di promozione e sviluppo della cooperazione), realizzato in partnership con Service Lazio 2000, Legacoop Ferrara, cooperativa Lama- the Hub Firenze, cooperativa Itaca – Fab Pordenone- e l’associazione per la Fondazione Paola Decini. “Per questo- annuncia Stefano Venditti- presidente Legacoop Lazio- a settembre, durante la cerimonia di premiazione dei primi tre classificati, presenteremo un nuovo bando. Non escludiamo, inoltre, la possibilità di seguire anche altre idee meritevoli, che si sono distinte per il carattere innovativo”.
“Innova in coop – bando fortemente voluto dal nostro presidente –  ha confermato quanto già abbiamo appreso durante gli anni: i giovani- e non solo- hanno ottime capacità progettuali. Hanno solo bisogno di opportunità e di soggetti istituzionali capaci di potenziare le loro attitudini imprenditoriali- ha aggiunto Roberto Amici, direttore di Legacoop Lazio-. Faremo di tutto per aumentare le borse e il nostro investimento complessivo. La nostra associazione -insieme alla Regione Lazio e a Coopfond – ha premiato con un voucher i tre progetti”.

 

#COOPSTARTUP, COOPFOND SPERIMENTA INNOVAZIONE       “Il bando Innova in coop si è inserito all’interno del progetto sperimentale nazionale Coopstartup – promosso da Coopfond – ed ha lo scopo di sperimentare nuovi progetti di promozione cooperativa tra i giovani in ambiti inesplorati -in settori in cui la cooperazione è poco presente – o premiando idee che introducono alti livelli di innovazione in ambito tecnologico e sociale” ha spiegato Alfredo Morabito- direttore Promozione Attiva di Coopfond.  “Perseguiamo una logica di promozione dal basso  e- insieme ad un gruppo di soggetti provenienti da esperienze anche esterne al movimento cooperativo- stiamo lavorando per capire come coinvolgere i giovani” nella startup cooperativa ha aggiunto.  Ricerca di nuovi linguaggi e di nuove strategie, gli obiettivi principali del progetto.  Da poco è stato lanciato #coopstartup e @coopstartup – che rientrano nel quadro di sperimentazione in materia di comunicazione sui social. “Abbiamo voluto coinvolgere soggetti capaci di contaminare il macrocosmo cooperativo- come i The Hub. Intendiamo  formulare le Linee guida per la promozione dell’innovazione nell’impresa cooperativa” ha ricordato Morabito. “Il metodo che abbiamo scelto è quello sperimentale, che ci consente progressivamente di individuare correzioni di rotta per migliorare il processo. Innovaincoop fa parte di un progetto più ampio – COOPmeUP- che ha come poli di riferimento Ferrara e il Lazio. Della rete fanno parte anche la cooperativa Lama, The Hub Firenze”.
Scarica qui la graduatoria finale