INNOVAZIONE – ASSISTENZA ALLO SVILUPPO INTERNAZIONALE DI START-UP INNOVATIVE

Inserito il febbraio 11, 2016 at 17:01

Categorie: Bandi, In evidenza

È stato avviato il progetto pilota “InnovAzione – Assistenza  allo sviluppo internazionale di start-up innovative”, realizzato da Assocamerestero e dalle Camere di  Commercio italiane all’estero in collaborazione con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e con il supporto finanziario del  Ministero dello Sviluppo Economico.
Il bando mira a selezionare 20 startup innovative che saranno inserite in un percorso di collegamento e apertura al mercato estero. Questo percorso sarà articolato in diverse fasi; sarà prima svolta un’attività di mentoring e networking, finalizzata all’individuazione del paese con maggiori opportunità per il prodotto/servizio proposto.
In seguito sarà svolta un’ analisi della coerenza tra mercato di destinazione e prodotto, ricercando poi i potenziali partner/clienti esteri. Infine le CCIE offriranno presso le proprie sedi spazi di coworking per un periodo massimo di tre mesi e svolgeranno un’attività di networking con la rete imprenditoriale italiane legata al mercato target.
Potranno presentare la domanda di partecipazione al bando i soggetti pubblici e privati che erogano programmi di accelerazione di startup innovative, operativi da almeno 12 mesi. Le startup candidate dovranno possedere i seguenti requisiti:
- essere iscritte nella apposita sezione speciale del  registro delle imprese, istituita dall’art.25, comma 8, del D.L. 179/2012, convertito nella L. 221/2012 e s.m.i.;
- aver già introdotto sul mercato, da almeno 6 mesi dalla data di pubblicazione del bando, il prodotto/servizio offerto, anche in forma di “minimum viable product” (MVP), purché con  modello di business validato;
- non essere in stato di fallimento, di liquidazione (anche volontaria), di amministrazione  controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la  normativa vigente;
- essere in regola con la Disciplina antiriciclaggio e con la Normativa antimafia e con il DURC;
- non aver subito condanne per reati che incidano sulla moralità di impresa;
- rispettare le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia di infortuni sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali, della sicurezza sui luoghi di lavoro, dei contratti collettivi di lavoro e delle normative relative alla tutela ambientale.
La domanda di partecipazione dovrà pervenire  entro le ore 16:00 del 26 febbraio 2016
Il bando e i relativi allegati sono disponibili qui.