LAVORO IN CHIARO

Inserito il ottobre 21, 2010 at 09:16

Categorie: In evidenza

Legacoop Lazio ha partecipato al seminario provinciale tenutosi martedì 19 ottobre presso la Provincia di Roma, nel quale veniva presentata la Sovvenzione Globale “Lavoro in chiaro”.

Il convegno ha visto la partecipazione di  Massimiliano Smeriglio – Assessore alle Politiche del Lavoro e Formazione del Comune di Roma, Mariella Zezza – Assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio, Arcangela Galluzzo – Direttore della Direzione “Formazione e Lavoro” della Regione Lazio e dei rappresentanti delle aziende Ernst & Young Financial – Business Advisors S.P.A., MBS S.r.l. e Studio Come S.r.l. .

La sovvenzione globale “Lavoro in chiaro” è uno strumento promosso dalla Regione Lazio, Assessorato al Lavoro e Formazione, per le politiche attive del lavoro e la prevenzione del lavoro sommerso, in attuazione del Programma Operativo del FSE 2007-2013, Asse II – Occupabilità. I contributi sono finalizzati a sostenere e accrescere l’occupazione e la sua qualità, attraverso l’inserimento o il reinserimento lavorativo delle persone in condizione di svantaggio e alla riduzione dei rischi di emarginazione e di esclusione sociale, con particolare riferimento al lavoro irregolare e sommerso. L’erogazione dei contributi per un totale di 10.000.000 €, ha l’obiettivo di incentivare le imprese all’assunzione e alla formazione dei lavoratori in condizione di svantaggio.

“Lavoro in Chiaro” prevede l’erogazione di due distinte forme di contributo:

  • all’ assunzione, sotto forma di integrazioni salariali;
  • alla formazione, per percorsi di qualificazione e/o riqualificazione professionale degli stessi lavoratori assunti.

Beneficiari sono le imprese del Lazio, profit e non profit, di qualsiasi settore e dimensione che decidano di assumere:

  • disoccupati da almeno 6 mesi;
  • disoccupati con bassa scolarità, ovvero privi di un titolo di scuola secondaria superiore o qualificazione professionale;
  • disoccupati con più di 50 anni;
  • disoccupati adulti soli con una o più persone a carico.

I lavoratori potranno essere assunti, in data successiva alla presentazione della domanda di contributo, con:

  • contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • contratto di lavoro subordinato a tempo determinato di durata non inferiore ai 18 mesi;
  • contratto di lavoro subordinato a tempo determinato di natura intermittente, di durata non superiore ai 30 mesi che prevedano un’effettiva prestazione lavorativa di 18 mesi.

Il contributo una tantum erogato per l’assunzione di ciascun lavoratore potrà raggiungere la soglia massima del 50% dei costi salariali di un anno, elevata al 75% in caso di lavoratori disabili e sarà proporzionale alle ore di lavoro previste dal contratto.



Legacoop Lazio fornirà alle cooperative aderenti tutta l’assistenza necessaria in merito.

Per informazioni potete rivolgervi alla Dott.ssa Lucia Di Donato tel. 06/40.63.028.