LEGACOOP LAZIO: VIGILANZA E NOVITÀ LEGISLATIVE

Inserito il ottobre 29, 2018 at 11:07

Categorie: Impresa sociale, In evidenza

Per sottolineare l’importanza del processo di revisione, Legacoop Lazio ha tenuto un incontro, lo scorso 17 ottobre presso la sede di Legacoop Nazionale, con la finalità di accrescere le competenze dei propri revisori e formarli sulle ultime novità legislative. Presente il presidente di Legacoop Lazio, Placido Putzolu, la responsabile regionale dell’ufficio Revisioni, Luisa Danieli, e il responsabile dell’ufficio Vigilanza e Revisione cooperativa di Legacoop Nazionale, Pierluigi Brunori.
E’ stato proprio Brunori ad approfondire i temi legati alle nuove normative afferenti all’attività di revisione, a partire dalle novità introdotte con la legge di stabilità del 2017. Oltre a sostanziali modifiche sulle sanzioni legate alla mancata revisione, la legge di stabilità ha posto fine anche alla possibilità di nominare un amministratore unico all’interno delle cooperative. È il consiglio di amministrazione, dal gennaio 2018, l’unico organo di governo deputato alla gestione della cooperativa. A cambiare sono anche le procedure relative alla liquidazione, con il progressivo abbandono della forma coatta a favore del commissariamento.
Grandi novità giungono anche dalla Riforma del Terzo Settore e dal decreto legislativo sull’Impresa sociale. Soprattutto quest’ultimo determinerà la nascita di tre nuovi soggetti associabili e, conseguentemente, di tre nuovi “livelli” di vigilanza.
Oltre alle cooperative sociali, che acquisiranno di diritto la qualifica di Impresa sociale e subiranno in automatico una trasformazione, anche le cooperative di altri settori potranno richiedere l’attribuzione della qualifica. Inoltre Legacoop dovrà attrezzarsi per accogliere, come sta già avvenendo, tutti quegli Enti del Terzo Settore e quelle startup che decideranno di trasformarsi o costituirsi in Impresa sociale.
Le novità normative sono in parte ancora in divenire o da rendere pienamente applicabili medianti specifici decreti attuativi, per questo saranno oggetto di periodici e puntuali aggiornamenti da parte di Legacoop.
I revisori rappresentano il nostro termometro per misurare le criticità gestionali e organizzative delle cooperative aderenti. – ha commentato il presidente Putzolu, congedando i presenti e ringraziandoli per il quotidiano e instancabile lavoro svolto sul territorio – Gli incontri tra struttura associativa e revisori sono quindi un momento di scambio reciproco di esperienze, dubbi e buone pratiche, nell’ottica di una sempre maggior tutela della legalità e dell’emersione di eventuali situazioni problematiche.