LEGACOOPSOCIALI LAZIO: APPROFONDIMENTO SULL’ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA

Inserito il novembre 14, 2019 at 15:12

Categorie: fimiv, In evidenza, Legacoop Sociali

Si è tenuto martedì 12 novembre, presso la sede di Legacoop Nazionale, l’incontro “CCNL Cooperazione Sociale: attuazione delle linee guida contrattuali in tema di assistenza sanitaria integrativa e previdenza complementare” organizzato da Legacoop Lazio. L’incontro ha visto una nutrita partecipazione delle Cooperative del comparto, dato l’interesse per le tematiche oggetto del dibattito e per l’intervento tecnico di Antonio Zampiga, Responsabile Relazioni Industriali di Legacoop Nazionale, volto a chiarire nel dettaglio gli aspetti normativi legati al nuovo contratto.
Il recente rinnovo del CCNL della Cooperazione Sociale ha riproposto all’attenzione l’istituto dell’assistenza sanitaria integrativa per tutti gli addetti e le addette del settore, assunti a tempo indeterminato. L’art. 87 del CCNL, infatti, afferma che il contributo dovuto per l’assistenza sanitaria integrativa – stimato in un importo di 5 euro mensili per ogni lavoratrice/lavoratore, a carico dell’impresa cooperativa – rappresenta un diritto contrattuale riferito alla parte economica del contratto collettivo.
In merito ai contenuti, il nuovo CCNL ha previsto inoltre delle Linee guida per la progettazione dei piani sanitari da parte dei gestori, privilegiando tra questi gli enti mutualistici come le Società di Mutuo Soccorso. Per questo nel corso dell’iniziativa Marco Grassi, Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, ha illustrato ai presenti le opportunità presenti e i possibili sviluppi futuri dell’assistenza sanitaria integrativa a carattere mutualistico. Le Cooperative sociali, che hanno già ottemperato alle previsioni contrattuali mediante gestori mutualistici, stanno infatti predisponendo la revisione dei rispettivi piani di assistenza sanitaria integrativa ai fini dell’adeguamento alle Linee guida.
Un secondo aspetto di notevole interesse, invece, è legato allo sviluppo dell’offerta socio-sanitaria cooperativa, mediante l’erogazione di servizi da parte di reti della Cooperazione sociale. Le reti cooperative e mutualistiche di Legacoopsociali e Fimiv – Federazione Italiana della Mutualità Integrativa Volontaria si sono già attivate per giungere alla formulazione di un piano sanitario comune a gestione mutualistica, coerente con le Linee guida del CCNL e destinato particolarmente alle Cooperative sociali che ancora non hanno corrisposto all’obbligo contrattuale. Nel corso dell’incontro è stato inoltre trattato il tema della previdenza complementare (art. 86 del CCNL) attraverso l’intervento di Federico Spiniello, Direttore Fondo Previdenza Cooperativa.

2019_11_05-presentazione-previdenza-cooperativa