MAFIA CAPITALE: SOSPESI TUTTI I COOPERATORI COINVOLTI

Inserito il dicembre 3, 2014 at 10:52

Categorie: In evidenza

LEGACOOPSOCIALI: “SDEGNO E DISTANZA DA QUESTO CUMULO DI ILLEGALITÀ, UN’OFFESA PER COOP SOCIALI ONESTE”

 

Roma, 3 dicembre – Legacoopsociali nazionale e Legacoopsociali Lazio esprimono  lo sdegno e lo sgomento dei cooperatori sociali per quanto va emergendo a Roma in relazione all’indagine della magistratura denominata “Mondo di mezzo” che vede coinvolti alcuni dirigenti di cooperative  aderenti.

“I fatti che gli organi di informazione stanno riportando sono di  gravità intollerabile.” dichiarano Paola Menetti, Presidente di Legacoopsociali nazionale e Pino Bongiorno, Presidente di Legacoopsociali Lazio

“Riaffermiamo la distanza della cooperazione, dell’idea cooperativa, dell’esperienza della cooperazione sociale  da tutto questo cumulo d’illegalità.

Confermiamo e ribadiamo l’impegno che ci ha portato a sottoscrivere il “Patto per la legalità e il contrasto all’economia criminale”.

In coerenza con ciò sospendiamo dagli organismi dirigenti tutti i cooperatori coinvolti.

Fuori da ogni ritualità, chiediamo alla Magistratura di accertare rapidamente e fino in fondo ogni responsabilità.

Simili fatti, ove confermati, non sono compatibili con l’essere cooperatori sociali, e offendono in primo luogo la realtà quotidiana, faticosa ed onesta  delle cooperative sociali che a Roma come in tutto il Paese svolgono un ruolo fondamentale e preziosissimo di servizio e di solidarietà, e non possono vedere ingiustamente lesi la reputazione e l’onore.

Con lo stesso spirito,  il nostro pensiero e il nostro sforzo va a sostegno degli oltre mille soci-lavoratori e delle loro famiglie che sono occupati nelle cooperative coinvolte”.