MENSE SCOLASTICHE: SI AL CONFRONTO TRA LE PARTI

Inserito il dicembre 19, 2013 at 12:18

Categorie: Legacoop Servizi, News
Tags: , , , , ,

Roma, 19 dicembre 2013 - Era sta minacciata l’occupazione delle mense  e  invece – grazie anche al contributo nella mediazione di Legacoop Lazio Servizi- verrà aperto presto un tavolo di trattative tra l’Assessorato alla Scuola, i sindacati e i rappresentanti delle aziende fornitrici del servizio mense della Regione. Ieri, una audizione in Commissione Scuola. Oggetto di discussione – il nuovo bando centralizzato per le mense.

 

Il nuovo servizio, che si propone di garantire un elevato standard qualitativo nella preparazione dei cibi, prevede che il passaggio tra i vecchi e i nuovi assegnatari avvenga nella maniera più efficace possibile. Garantire la qualità dei pasti dei bambini, tutelando allo stesso tempo gli addetti alla refezione e le aziende fornitrici e risparmiando al contempo sui conti pubblici: questo il compito cui è chiamato l’amministrazione comunale, a pochi giorni dall’aggiudicazione del nuovo bando per le mense delle scuole primarie di Roma. Cgil, Cisl e Uil temono che per un numero maggiore di addetti impiegati ci sia “ il rischio di un taglio netto delle ore di lavoro”.

“Le preoccupazioni emerse nelle ultime ore sul rischio che gli addetti alla refezione perdano il posto di lavoro sono infondate”- ha però chiarito in una nota Alessandra Cattoi – assessora alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari opportunità- in risposta alle polemiche.
“”Il confronto odierno è  servito proprio a rassicurare tutti, istituendo un tavolo permanente tra le parti per mantenere l’ impiego dei lavoratori nelle mense scolastiche romane in continuità col precedente appalto. Quindi, sia sul versante organizzativo che sulla tutela delle risorse umane, possiamo stare tranquilli”.

 

“Dovremmo avere tutti maggiore cautela prima di minacciare l’occupazione delle mense” hadetto il presidente di Legacoop Lazio Servizi, Andrea Laguardia all’agenzia Dire.
“Al momento della pubblicazione del bando, noi abbiamo fatto battaglie e ricorsi al Tar. Ora, se l’ amministrazione intende andare avanti e procedere con l’assegnazione definitiva, le associazioni datoriali sono a disposizione per trovare tutte le soluzioni affinché le mense possano partire e i bambini possano mangiare in modo felice alla riapertura delle scuole”.