Premio a Unicoop Tirreno al Congresso Legacoop: Un premio per le pari opportunità

Inserito il aprile 19, 2011 at 10:28

Categorie: Coop, In evidenza

Lo scorso 6 aprile nel corso del Congresso nazionale di Legacoop la nostra Cooperativa è stata premiata per la valorizzazione delle risorse femminili e per l’attenzione al tema delle Pari Opportunità. Emma Bonino, vicepresidente del Senato etestimone dell’impegno per la emancipazione delle donne in tutto il mondo , ha consegnato il riconoscimento al Presidente Marco Lami.
Il progetto ha interessato un piccolo, ma significativo gruppo di imprese: 17 cooperative (5 di consumatori, 5 sociali che operano nei servizi assistenziali, 3 sociali che si occupano di inserimento lavorativo soggetti svanataggiati e 2 di servizi) hanno intrapreso il percorso previsto dal progetto, alle quali è stato assegnato il riconoscimento di “Pionieri nella valorizzazione del capitale umano femminile“.

“Queste imprese” – ha commentato la Presidente della Commissione Pari Opportunità di Legacoop, Dora Iacobelli – “hanno il merito di essersi rese disponibili a rivedere la propria cultura organizzativa, nella consapevolezza che l’equilibrato contributo di genere è fattore di successo; le aziende segnalate sono perciò un esempio positivo e propositivo per le altre imprese cooperative”.

Diverse le aree toccate dal progetto: dalla analisi della struttura aziendale sotto il profilo della presenza qualitativa e quantitativa (femminile e maschile), della cultura e del sistema organizzativo; agli interventi seminariali destinati al management; alla formazione per l’empowerment femminile, all’individuazione di interventi per l’introduzione di migliori standard di vita/lavoro, di donne e uomini.

Nelle cooperative Legacoop le donne rappresentano il 54,1% dei soci ed il 60,1% degli occupati. “Se le imprese cooperative fossero rappresentative di tutta la situazione italiana” -ha commentato Dora Iacobelli – “l’Italia sarebbe più vicina agli obiettivi programmatici fissati a Lisbona per il 2010 che indicano, tra l’altro, un tasso di occupazione femminile pari al 60%. E invece, in Italia, il tasso di occupazione femminile è ancora al livello del 46,1%, (dati Istat 2010)”. Ma nonostante gli aspetti positivi -dice ancora Iacobelli- anche nel nostro universo imprenditoriale molto resta ancora da fare: occorre una maggiore diffusione delle politiche di conciliazione che sono uno strumento indispensabile per la valorizzazione del lavoro femminile. Inoltre nel movimento cooperativo permane uno squilibrio fra il numero di donne socie ed occupate e la loro presenza ai livelli più alti della gestione aziendale. Nelle imprese di Legacoop, infatti, le donne nei Consigli di Amministrazione sono, ad oggi, ancora il 23,9%”.

Nella foto da sinistra: Dora Iacobelli (LegaCoop), Emma Bonino, Marco Lami (Unicoop Tirreno), Giuliano Poletti (LegaCoop) e Tiziana Primori (Coop Adriatica).