REGIONE, BANDO DELLA FRATERNITA’ PER IL SOCIALE

Inserito il agosto 5, 2014 at 10:40

Categorie: News

 

Favorire la rigenerazione urbana dei luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva, e superare i fattori di disagio e di esclusione sociale migliorando la qualità dei servizi della vita di relazione dei cittadini: è questo l’obiettivo del bando della Fraternità, lanciato dalla Regione Lazio. Possono partecipare organismi del Terzo settore, associazionismo, volontariato, cooperazione e impresa sociale, enti religiosi e fondazioni Per partecipare c’è tempo fino alle ore 12 del 16 settembre 2014.

 

Il bando mette a disposizione 4 milioni di euro per favorire la rigenerazione urbana dei luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva, e contribuire al superamento dei fattori di disagio e di esclusione sociale migliorando la qualità dei servizi della vita di relazione dei cittadini.

Fraternità intende favorire la realizzazione di un welfare lontano dai vecchi modelli assistenzialistici, capace di promuovere l’inclusione sociale di tutti i cittadini, in particolare di quelli più fragili, come motore di sviluppo e fattore di benessere. 

Ogni progetto potrà ricevere un contributo massimo di 20mila euro: saranno sostenuti circa 200-250 interventi su tutto il territorio regionale. I progetti saranno rivolti alla rigenerazione urbana dei luoghi di aggregazione sociale, culturale e sportiva, al superamento dei fattori di disagio e di esclusione sociale, al miglioramento della qualità dei servizi della vita di relazione dei cittadini, con particolare attenzione a:

  • anziani, giovani, donne, immigrati e seconde generazioni di immigrati;
  • persone con disabilità e con patologie psichiatriche;
  • piccola imprenditoria femminile e conciliazione tra tempi di vita e di lavoro;
  • promozione delle reti familiari di mutuo aiuto e di fruizione dei servizi educativi e di cura.

Importante novità è il finanziamento fino al 25% dell’importo totale del progetto per l’acquisto di beni strumentali con l’obiettivo di coniugare il sostegno alle buone pratiche, idee e iniziative, con strumenti concreti in grado di lasciare un segno duraturo nel tempo e fruibile per tutta la comunità come:

  • pc per allestimento di una sala multimediale;
  •  strumenti per un corso di musica;
  • attrezzature per la riqualificazione di un campo sportivo.