Servizi: LA GIUNTA ALEMANNO AUMENTA LE TARIFFE SUI RIFIUTI SENZA CONCERTAZIONE CON SINDACATI E ASSOCIAZIONI DI IMPRESE

Inserito il luglio 18, 2011 at 08:59

Categorie: Legacoop Servizi, News

COMUNICATO STAMPA - 14/07/2011

Questa mattina si è consumata l’ennesima riunione farsa con l’Assessorato all’Ambiente (senza la presenza dell’Assessore) con sindacati e associazione d’impresa sul tema “tariffe rifiuti”. La riunione spacciata come tavolo di trattativa si è rivelata l’ennesima trasmissione di informazioni parziali già note.

La giunta Alemanno confonde la concertazione con le comunicazioni, è in atto una strategia ben precisa, riunioni inutili con le parti sociali per darsi l’alibi della mancata concertazione. L’unica cosa certa è l’aumento delle tariffe per cittadini e imprese (stimata intorno al 20%) senza una strategia sul sistema della raccolta e smaltimento rifiuti, che porterà nei prossimi anni ad ulteriori aumenti.

Le nostre cooperative come il resto delle imprese, oltre ad affrontare la crisi che ancora perdura, si vedono portar via risorse con l’aumento di tasse e tariffe.

”In assenza di tavoli di concertazione e del nuovo regolamento sulle tariffe -dichiara il Presidente di Legacoop Servizi Lazio Andrea Laguardia – ci vediamo costretti a consigliare alle nostre cooperative di intraprendere azioni legali per chiedere la detassazione sui rifiuti, così come faranno gli artigiani. Le nostre cooperative pagano in base alle dimensioni dei propri uffici e capannoni e non in base ai rifiuti prodotti, bisogna al più presto trovare un altro sistema condiviso. La misura è colma, spero che sindacati e associazioni di imprese intervegano al più presto attraverso forme di protesta, visto che la Giunta non conosce la parola concertazione.”