SERVIZI: ritirata la Direttiva 103 sugli appalti di pulizia nelle scuole

Inserito il maggio 23, 2011 at 09:07

Categorie: Legacoop Servizi, News

Nella giornata di mercoledì 18 maggio (dopo una ripresa dei contatti con il Ministero dell’istruzione e con il Ministero del lavoro già nella settimana precedente), si è tenuto un ulteriore incontro presso il Ministero del lavoro sulla problematica degli appalti scolastici delle pulizie, che coinvolge sul piano nazionale moltissime imprese del multiservizi e circa 26.000 lavoratori.
Oltre ai dirigenti del Ministero ospitante, erano presenti i dirigenti responsabili del Miur, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dei consorzi e delle imprese titolari dei contratti, oltre alle associazioni imprenditoriali, tra cui Legacoop Servizi.
La lunga riunione, anche se non priva di momenti di confronto teso e serrato, ha consentito di fare compiere un passo in avanti ad una situazione che ha vissuto alcuni mesi di difficoltà e nel corso dei quali molteplici sono state le iniziative di denuncia della gravità del contesto che rischiava di delinearsi dopo il prossimo 30 giugno (data in cui dovevano cessare tutti i contratti), iniziative portate avanti dalle centrali cooperative, dall’insieme delle organizzazioni imprenditoriali e anche unitariamente con i sindacati.
Il ministero dell’istruzione ha comunicato il ritiro della Direttiva n°103 e l’emanazione in tempi brevi di nuova Direttiva, allo scopo di garantire la continuità degli appalti in essere e dei rapporti di lavoro.
Per esigenze di riduzione delle risorse del ministero, potranno essere apportati tagli ai corrispettivi, attraverso una razionalizzazione e una rimodulazione del servizio che sarà oggetto, già nei prossimi giorni, di incontri a livello tecnico tra le parti; importante anche la dichiarata disponibilità del ministero del lavoro di mettere a disposizione risorse per eventuali misure di sostegno al reddito che si rendessero necessarie.
A fronte di questo nuovo quadro, che vede il ritiro della Direttiva 103 (da noi e da tutte le parti sociali contestata fin dal momento della sua uscita), che vede assicurazioni sulla possibilità di avere i contratti di appalto prorogati fino alle nuove gare Consip nel 2012 (quindi non più con il “cottimo fiduciario”), le associazioni imprenditoriali e i consorzi hanno convenuto che ciò comporterà il ritiro delle procedure di licenziamento collettivo avviate.
Legacoop Servizi, di concerto con il CNS e le proprie imprese associate, seguirà con la massima attenzione l’evolvere della situazione, con l’auspicio che il nuovo indirizzo governativo venga ulteriormente consolidato nei prossimi passaggi tecnici e istituzionali.

fonte: Legacoop Servizi