SOSPESO LO SCIOPERO DELLE MENSE SCOLASTICHE. RIPRESA DEL DIALOGO TRA LE PARTI

Inserito il gennaio 4, 2014 at 13:42

Categorie: Legacoop Servizi, News
Tags: , , , , , , ,

Roma, 4 gennaio 2013- Sospeso lo stato di agitazione dei lavoratori delle mense scolastiche di Roma Capitale indetto dai sindacati in previsione della riapertura del 7 gennaio.

 

Dopo una intensa giornata di confronto in merito al cambio di appalto, i sindacati e le associazioni datoriali del movimento cooperativo Legacoop e Confcooperative hanno sottoscritto un accordo alla presenza dell’Assessora Alessandra Cattoi.
Prevista la sospensione momentanea delle azioni di lotta da parte del sindacato a fronte della ripresa del tavolo di trattative.

 

Condividendo l’esigenza di raggiungere una piena intesa, le parti hanno stabilito la necessità di contrattare alcuni dettagli in merito all’organizzazione del lavoro, alle sospensioni e alle condizioni di miglior favore in vigore nel precedente appalto.
Fermo restando che le assunzioni già annunciate dalle imprese avverranno in conformità del vigente CCNL, nella piena garanzia dello stesso monte orario, della distribuzione delle ore lavorative e del livello d’inquadramento preesistente.

 

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto– dichiara Andrea Laguardia Presidente Legacoopservizi Lazio-. Come sempre il dialogo tra le parti sociali è la via maestra per risolvere i problemi. Questo è il cambio d’appalto più grande d’Italia che coinvolge circa 2.500 lavoratori e la maggioranza delle imprese leader nel settore della ristorazione collettiva, quindi è comprensibile, visti i tempi di passaggio, che ci siano stati dei momenti di tensione tra le parti- ha detto-. L’importante è il risultato raggiunto, che permetterà di mettere in funzione le mense scolastiche all’apertura della scuola, garantendo stessa qualità del servizio senza conflitti sociali. Fondamentale, per il buon esito, è stato il ruolo dell’Assessorato alla Scuola, che ha partecipato in maniera costante alle fasi della trattativa, giocando un ruolo da protagonista e non da semplice osservatore”.