TE’ E IMPRENDITORIA GIOVANILE SULLE RIVE DEL MAR NERO: VIAGGIA GRATIS CON FRONTIERE

Inserito il settembre 8, 2014 at 09:28

Categorie: News
Tags: , , , , , ,

Si chiama “Tea break for unemployment” ed è un progetto finanziato dall’Ue che si terrà dal 19 al 26 settembre a Rize (Turchia), volto a favorire l’imprenditoria giovanile come risposta al problema dilagante della disoccupazione in Europa.

IL PROGETTO è stato promosso dall’organizzazione turca “Grup Genç Beyinler” e dalla cooperativa Frontiere- aderente a Legacoop Lazio-  e prevede attività di gruppo, discussioni e dibattiti che ruoteranno attorno al rapporto tra imprenditoria giovanile e tè. Il progetto consentirà inoltre ai partecipanti di partecipare alla raccolta delle foglie e di vivere a fondo l’impatto che questa pianta (i cui infusi sono presenti in quasi ogni aspetto della vita quotidiana turca) ha sulla società e sull’economia turca. Ci saranno inoltre momenti di svago e serate in cui le delegazioni presenteranno le tradizioni culturali (gastronomiche, artistiche e storiche) della propria nazione. Al progetto prenderanno parte giovani provenienti da 5 nazioni: Italia, Turchia, Romania, Slovacchia e Polonia.

Lo scambio si terrà a Rize, città costiera ubicata nell’area nord-est della Turchia e capitale dell’omonima provincia. Rize è famosa in tutto il mondo per la produzione e la lavorazione del tè.

RIMBORSI E LOGISTICA. L’Unione europea rimborsa un massimo di 170 euro sulle spese di viaggio (i rimborsi avverranno in loco), vitto e alloggio sono offerti al 100% dall’Ue. I selezionati dovranno anticipare il costo del biglietto, iscriversi a Frontiere (la tessera annuale è di 40 euro) e versare un contributo di 30 euro per la partecipazione alla spedizione.

 

PER PARTECIPARE è necessario inviare la propria candidatura a viaggi@frontierenews.it (oggetto: Partecipazione progetto Rize) allegando un curriculum, una lettera motivazionale e un numero di telefono. Dopo la comunicazione dei selezionati sarà possibile iscriversi all’associazione e quindi partire.

Per altre info, leggi qui.