Terremoto: Legacoop, le cooperative assicurino produzione “di supplenza” a favore delle imprese colpite

Inserito il giugno 21, 2012 at 08:15

Categorie: In evidenza

Poletti: “Auspichiamo iniziative analoghe da parte delle altre associazioni imprenditoriali”

Roma, 20 giugno 2012 – Impegnarsi in una produzione “di supplenza” a favore delle imprese delle zone colpite dal sisma, consentendo loro di conservare i clienti abituali fino a quando saranno in grado di riprendere normalmente la loro attività produttiva.

È questo l’invito che la Direzione Nazionale di Legacoop, riunitasi questa mattina, rivolge a tutte le cooperative aderenti come dimostrazione concreta di solidarietà nei confronti del sistema produttivo danneggiato dal terremoto che ha colpito alcune province dell’Emilia Romagna, della Lombardia e del Veneto.

“L’impatto devastante del terremoto su centinaia di piccole e medie imprese” -sottolinea il Presidente di Legacoop, Giuliano Poletti- “si traduce nel rischio concreto dell’impossibilità, per molte di esse, di poter assicurare la continuità dell’attività aziendale, con pesanti ripercussioni sulla produzione di ricchezza e sull’occupazione nelle aree colpite”.

Da qui la decisione della Direzione Nazionale dell’associazione cooperativa di invitare le cooperative aderenti di tutta Italia a mettere a disposizione la loro capacità produttiva per dare alle imprese danneggiate la possibilità di realizzare le commesse acquisite, mantenendo gli impegni assunti con i clienti e conservandone intatta la fiducia fino al momento in cui potranno riprendere normalmente la loro attività.

“Crediamo” -conclude Poletti- “che questo sia un modo concreto per dare un aiuto ad un sistema produttivo vitale e determinante per l’economia nazionale ed auspichiamo che anche le altre organizzazioni imprenditoriali possano assumere iniziative analoghe”.